Cos’é la Termografia?

La termografia è una tecnologia basata sull’acquisizione e l’analisi di immagini a infrarossi. Permette di individuare dispersioni termiche dei muri e infissi, anomalie degli impianti elettrici e di riscaldamento, infiltrazioni e molto altro ancora.

Prevenire il rischio di incendio di origine elettrica

La termografia è un ottimo strumento di sicurezza e prevenzione di rischi di incendio provocati dagli impianti elettrici.
Ogni anno in Italia si verificano circa 30 000 incendi negli edifici. Di questi, circa il 25% è dovuto a cause elettriche. Il grafico seguente mostra la ripartizione per tipo di luogo di incendi di origine elettrica.

Tra gli eventi più pericolosi vi è il cortocircuito, causa principale degli incendi negli edifici.  Esso può verificarsi per un cedimento casuale e involontario dell’isolamento delle parti metalliche sotto tensione.
I cavi elettrici possono costituire una sorgente frequente di innesco dell’incendio poiché il conduttore, percorso dalla corrente, sviluppa calore (effetto Joule). Quando il conduttore non riesce più a smaltire il calore prodotto aumenta la temperatura fino a bruciare l’isolante che lo avvolge.

.
Questo cedimento viene quasi sempre preceduto da un lento e progressivo surriscaldamento della zona difettosa dell’impianto il cui deterioramento progressivo, spesso, non è visibile ad occhio nudo. E’ proprio questo surriscaldamento che viene rilevato dalla termografia.

Valutare l’efficienza dell’impianto di riscaldamento

La termografia consente di controllare l’efficienza di un impianto di riscaldamento. Il termosifone (radiatore) è l’elemento fondamentale dell’impianto termico di un appartamento. Se la temperatura della superficie del radiatore non ha una distribuzione uniforme, la sua efficienza (ovvero la capacità di cedere calore all’ambiente da riscaldare) diminuisce determinando così un minor confort e maggiori consumi in quanto l’impianto impiega più tempo e più energia per riscaldare gli ambienti.
La termografia consente, appunto, di verificare la distribuzione della temperatura sulla superficie del radiatore deducendone l’efficienza energetica dello stesso. Un termosifone con una distribuzione anomala della temperatura superficiale è spesso sintomo di presenza di bolle d’aria oppure di ostruzioni da detriti circolanti al suo interno che non permettono all’acqua calda che scorre in esso di cedere efficacemente il calore all’ambiente.

Infiltrazioni d’acqua e umidità

La termografia consente di individuare in modo puntuale perdite nelle tubature idriche (adduzione acqua e scarichi fognari) e nelle tubazioni dell’impianto di riscaldamento che corrono sotto traccia nei muri e pavimenti di un appartamento. E’ possibile rilevare anche possibili difetti degli strati di impermeabilizzazione di un tetto che causano infiltrazioni d’acqua negli ambienti sottostanti. L’umidità di risalita è un altro fenomeno devastante che può essere rilevato con la termografia.

La norma  UNI EN 9712:2012  stabilisce i principi per la qualificazione e la certificazione del personale incaricato di effettuare prove non distruttive (PND) in campo civile e industriale. Le prove non distruttive sono test eseguiti sugli oggetti (componenti, impianti, fabbricati) senza modificarne lo stato di fatto del manufatto oggetto di prova. Secondo la norma, sono previsti tre livelli di qualificazione che devono essere certificati da un Ente accreditato:
Livello 1: una persona certificata di livello 1 è abilitata ad eseguire il rilievo termografico sul posto secondo istruzioni e sotto la supervisione di personale di livello 2 o 3.
Livello 2: una persona certificata di livello 2, oltre a svolgere le funzioni di livello 1, è anche abilitata ad elaborare e firmare i report tecnici risultati del rilievo termografico.
Livello 3: una persona certificata di livello 3 , oltre a svolgere le funzioni di livello 2, è anche abilitata ad assumere la responsabilità di un laboratorio di prova, di un centro di formazione e valutazione del personale da qualificare.
Il servizio di termografia offerto dalla SaccoPower srl viene svolto da tecnico qualificato di Livello 2. La sua abilitazione è stata acquisita in data 29/09/2014 attraverso l’Ente di accreditamento RINA (n. certificato 14VE01059PO4). Il tecnico risulta qualificato al metodo TERMOGRAFIA INFRAROSSA (TT) ed è abilitato ad operare nei settori civile, elettrico, industriale, meccanico.

Servizio VAMPA

VAMPA  è l’ispezione termografica, semplice e non invasiva, che ti aiuta a prenderti cura della tua azienda.
Eseguita con regolarità su apparati elettrici, permette di rilevare in tempo e con un alto grado di affidabilità quelle temperature anomale e dispersioni di energia che possono essere indicative di malfunzionamenti, prevenendo l’insorgere di un guasto, l’innesco di un incendio o un fermo macchine e riducendo così i costi di manutenzione e riparazione.
Permette inoltre di verificare la corretta installazione di nuovi macchinari e di accedere anche a una riduzione dell’autoliquidazione annuale del premio INAIL. Il modello OT24 assegna infatti un valore a ogni intervento effettuato in tema di sicurezza, attribuendo alla termografia metà del punteggio richiesto.
Essendo la SaccoPower agenzia partner della REPOWER ed essendo certificata secondo norma norma  UNI EN 9712:2012, è autorizzata da REPOWER a svolgere i rilievi termografici per il servizio VAMPA.
I rilievi avvengono senza alcun contatto diretto, perché la termografia è una tecnica diagnostica non invasiva che rileva a distanza la mappatura termica dei corpi, acquisendo immagini nel campo dell’infrarosso.
I termogrammi più significativi sono analizzati e interpretati dai tecnici certificati della REPOWER, che restituiscono una diagnosi termografica completa, evidenziando eventuali anomalie e priorità di interventi correttivi o confermando il buono stato di salute degli apparati monitorati